TwitterFacebookGoogle+

L’Australia riconosce i matrimoni gay

Il Parlamento con un’ampia maggioranza ha approvato le unioni tra persone dello stesso sesso. Le prime unioni attese a febbraio.

Pubblicato il 07/12/2017 –

Il parlamento australiano, con un’ampia maggioranza, ha riconosciuto i matrimoni tra persone dello stesso sesso. La legge ha cambiato la definizione del matrimonio: da unione tra uomo e donna si è passati a «l’unione tra due persone».

Il testo è stato approvato con una maggioranza schiacciante, solo cinque deputati hanno votato contro: la scorsa settimana la legge è passata in Senato con 43 voti a favore e 12 contrari. Dopo l’assenso e altre formalità procedurali, la normativa dovrebbe entrare in vigore in un mese circa. La legge fa seguito al referendum, che impegnava il Parlamento a varare il testo, segnato da una partecipazione del 79,3%, eccezionale per una votazione volontaria, nella quale ha detto Sì´ alle unioni gay il 61,6%, pari a 7,8 milioni di australiani, contro il 38,4% dei no (4,9 milioni).

http://www.lastampa.it/2017/12/07/esteri/laustralia-riconosce-i-matrimoni-gay-KHkzm4ei2UcUWDOtf7bymN/pagina.html

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.