TwitterFacebookGoogle+

L’Austria indaga su possibili brogli alle elezioni presidenziali

DI TYLER DURDEN –

zerohedge.com –

C’è stata grande sorpresa, così come aperte accuse di frode, quando lunedì la corsa alla presidenza austriaca, che con grande umiliazione di Bruxelles sembrava destinata alla vittoria di Norbert Hofer candidato del partito di destra Austria Freedom Party (FPO),è invece andata al suo avversario, il candidato dei Verdi Alexander Van der Bellen, che ha vinto grazie ai voti per posta nonostante il voto diretto fosse stato vinto da Hofer per un solido margine. In retrospettiva ci possono essere ragioni di scetticismo.

In base a quanto riferito da Euronews, il ministro dell’interno ha annunciato che cinque distretti elettorali sono sotto indagine in Austria per irregolarità nel voto postale nelle combattute elezioni presidenziali. Accuse di frode sono venute dal Freedom Party del candidato sconfitto Norbert Hofer, dopo che il candidato dei Verdi Alexander Van der Bellen si è ritrovato in testa per 31000 voti dopo lo scrutinio del voto per posta.

La sezione di Villach del FPO ha consegnato un esposto presso il procuratore anti-corruzione perchè il consiglio della Carinzia avrebbe contato i voti la domenica e non il lunedì come il resto del paese.

Parlando alla TV austriaca, il leader del Freedom Party Heinz Christan Strache ha detto: “il risultato democratico deve essere rispettato. Ci sono molti indizi che vengono dalla gente, verranno controllati dagli avvocati e da persone indipendenti e li valuteremo”.

Nel frattempo, lo stesso Hofer si è mostrato tutt’altro che un cattivo perdente e ha chiesto ai suoi sostenitori di accettare la sconfitta, dicendo che non vi sono prove di frode elettorale. Se eletto sarebbe diventato il primo leader di estrema destra di un paese UE.

D’altra parte la ritirata di Hofer sembra puramente tattica, dal momento che il candidato sta semplicemente ragionando in funzione delle ben più importanti elezioni legislative del 2018. Secondo Euronews, recenti sondaggi mostrano che il Freedom Party vincerebbe le elezioni se si tenessero ora.

E mentre il presidente appoggiato dai Verdi ha promesso di affrontare le divisioni messe in evidenza dalla combattuta elezione, il Freedom Party con la sua posizione fortemente anti-immigrazione, anti-Islam, potrebbe semplicemente essere dove desidera stare, cioè all’opposizione per i prossimi due anni: lasciare che gli attuali governanti non riescano ad affrontare i problemi demografici strutturali, e lasciare che la pubblica collera cresca portando ulteriore consenso al Freedom Party. Ricordate che il ruolo del presidente in Austria è soprattutto simbolico.

 

Titolo originale: “Austria Launches Probe Into Alleged Presidential Election Postal Vote Fraud”

Fonte: http://www.zerohedge.com/

Link

27.05.2016

Scelto e tradotto per www.comedonchisciotte.org da ALCENERO

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=16504

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.