TwitterFacebookGoogle+

Lavoro: Poletti, primi mesi 2015 potranno segnare una svolta

(AGI) – Roma, 30 gen. – “I primi mesi del 2015 potranno segnare una svolta”: e’ il commento del ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti, ai dati Istat relativi ad occupati e disoccupati di dicembre 2014. Per il Ministro, “l’aumento dell’occupazione di 93.000 unita’ rispetto al mese precedente, il dato piu’ alto dell’anno, e’ sicuramente una bella notizia, che fa il pari con l’aumento di 109.000 occupati rispetto allo stesso mese dell’anno precedente e con la diminuzione del 6% degli interventi di Cassa Integrazione. Mi conforta sapere che 100.000 donne e uomini in piu’ hanno un lavoro e portano uno stipendio a casa. E anche se, come abbiamo sempre sottolineato, i dati vanno valutati con cautela, poiche’ veniamo da mesi in cui si sono susseguiti incrementi e diminuzioni, va detto che oggi siamo di fronte ad uno scenario diverso. Il miglioramento della congiuntura (sul quale incidono le decisioni della BCE, un piu’ favorevole tasso di cambio dell’Euro sul dollaro, il calo del prezzo del petrolio), delle aspettative e del clima di fiducia di imprese e consumatori, attestato in questi giorni da autorevoli centri studi, ci consente una lettura piu’ positiva e ci conferma nella convinzione che i primi mesi del 2015 potranno segnare una svolta. L’entrata in vigore delle misure di carattere espansivo e della decontribuzione triennale per i nuovi assunti a tempo indeterminato contenute nella legge di stabilita’ e l’imminente operativita’ del contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti, potranno infatti dare un impulso importante alla ripresa dell’economia e, di conseguenza, alla crescita dell’occupazione”. .
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.