TwitterFacebookGoogle+

Legami con Pkk, convalidato arresto scrittrice Asli Erdogan 

Istanbul – Il giudice ha convalidato l’arresto della scrittrice e giornalista di Ozgur Gundem Asli Erdogan, fermata mercoledì scorso nell’ambito di un’operazione contro la testata Ozgur Gundem, di cui un magistrato ha ordinato la chiusura per legami con l’accusa di aver fatto propaganda a favore dei ribelli separatisti curdi del Pkk. Un altro blitz era stato effettuato presso l’abitazione dello scrittore ed ex redattore capo del medesimo quotidiano, Ragip Zarakolu, e del figlio Sinan: nessun arresto ma sono stati sequestrati libri e documenti. Stessa azione in casa dell’ex direttore Eren Keskin, poi recatosi presso il palazzo di giustizia per rilasciare dichiarazioni spontanee.  

Del pomeriggio del 16 invece, la notizia dell’irruzione della polizia nella redazione del quotidiano, poi sigillata. Secondo quanto dichiarato dall’avvocato del quotidiano Sinan Zincir all’emittente Imc tv, la polizia non avrebbe mostrato alcun mandato di perquisizione. Impedite le riprese a un cameraman e un inviato della emittente Imc tv, poi arrestati i dagli agenti. In manette 25 giornalisti,23 dei quali sono stati poi rilasciati, rimane in carcere Asli Erdogan.(Per Asli Erdogan l’accusa e’ di avere legami con il partito curdo dei lavoratori,l’organizzazione terroristica separatista del Pkk, medesima accusa che ha portato il giudice a chiudere il giornale Ozgur Gundem e arrestare 25 tra giornalisti e amministrativi, 22 dei quali poi rilasciati.
La scrittrice, membro del consiglio d’amministrazione di Ozgur Gundem, e’ stata accusata di essere “membro di organizzazione terroristica” e di porte in essere “attivita’ eversive”.

Asl Erdogan, 49 anni, si e’ laureata in ingegneria con una tesi preparata presso il CERN di Ginevra. Ha quindi abbandonato un dottorato in fisica per scrivere il primo libro nel 1994. Tre anni dopo ha vinto il premio della tv tedesca Deutsch Welle con una novella chiamata “Gli uccelli di legno”.Nel 2005 il suo romanzo “il silenzio della vita” viene scelto come storia dell’anno dall’organizzazione mondiale degli editori. Un capitolo del romanzo sara’ rappresentato al teatro Piccolo di Milano con una piece teatrale e un balletto, la prima interpretata dall’attrice Serra Yilmaz. Sulla novella “il prigioniero” e’ stato girato un film in Francia. Il “palazzo di pietra” e il “mandarino miracoloso” saranno romanzi premiati nel 2010. L’ultimo successo della scrittrice il libro “la prigione della Groenlandia”, vincitore del premio “Le parole di confine”. Una raccolta firme e’ stata lanciata a favore della liberazione della scrittrice. Un sit in e’ stato indetto allo stesso fine fuori dal palazzo di Giustizia di Istanbul da amici e colleghi della Erdogan. (AGI)

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.