TwitterFacebookGoogle+

Legato sotto un tir per 400 km, Polstrada salva migrante

Frosinone – Viaggiava legato con cinghie sotto un Tir e in questo modo aveva gia’ percorso 400 km sull’A1, ma ormai era stremato e ha rischiato di fare una fine atroce. L’intervento della Polizia stradale di Frosinone ha risolto tutto. L’allarme e’ scattato ieri pomeriggio, grazie a diverse telefonate giunte alla sala operativa della Polizia stradale del capoluogo ciociaro che segnalavano la probabile presenza di una persona agganciata sotto un Tir che stava percorrendo l’A1 in direzione nord. La pattuglia della Sottosezione Polstrada di Frosinone, nonostante l’intenso traffico collegato al controesodo dei vacanzieri, e’ riuscita a fermare il camion al km 617, all’altezza di Ferentino.

E durante le verifiche, sotto l’automezzo, agganciato con delle cinghie è stato infatti trovato un ragazzo straniero, ormai stremato, che e’ stato subito liberato e accompagnato all’ospedale di Frosinone e affidato alle cure dei sanitari.

Ancora ignota l’identità del giovane che, secondo gli accertamenti sanitari da parte dei medici dell’Ospedale Fabrizio Spaziani del capoluogo ciociario hanno evidenziato, avrebbe un’età presunta che va dai 19 ai 20 anni. Il ragazzo, straniero, è stato sottoposto alle procedure di fotosegnalamento ed il riscontro AFIS ha dato esito negativo.

Il camion, sul quale ha viaggiato, appartiene ad una ditta di trasporti internazionale con sede a Mapkobo in Bulgaria ed anche gli autisti, rispettivamente di 42 e 32 anni, bulgari e senza precedenti penali. Da accertare le responsabilita’ del conducente, ovvero se fosse a conoscenza del piano del profugo o se questi avesse approfittato di una sosta dell’autotreno per mettere in atto il suo piano, come da accertare dove il profugo abbia cominciato il viaggio. (AGI)

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.