TwitterFacebookGoogle+

Legge contro l’ omofobia. Se fossi un confessore

Inquisizione omofobiaEcco, in questo momento mi piacerebbe proprio essere un confessore.

Se fossi un confessore, infatti, e al confessionale mi capitasse uno di quei cristiani che si preoccupano tanto di una legge contro l’omofobia, manifestando il timore che possa limitare la loro libertà d’espressione, magari a una Sentinella in Piedi, o a un giornalista di Tempi o di Avvenire, domanderei: “Sei sicuro che sia solo questo il motivo che ti spinge ad agitarti tanto, e non ci sia invece dell’altro? Non so, magari una segreta intolleranza verso le persone omosessuali perché sono omosessuali?”.

Magari negherebbe immediatamente, giacché spesso l’intolleranza verso gli omosessuali è inconsapevole, ma forse tornando a casa… chissà? Magari alla seconda confessione mi direbbe: “Sì, caro padre, lei ha ragione. Giacché la legge Mancino contro il razzismo non desta preoccupazioni riguardo alla libertà d’espressione, perché dovrebbe preoccuparmi una legge analoga contro l’omofobia? Forse c’è molto altro” .

Attilio Doni

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.