TwitterFacebookGoogle+

LGBT News scrive al sacerdote biscegliese: “Ecco cosa ti chiediamo”

10377289_384833681664838_8753757852545255195_n La vicenda del sacerdote biscegliese che avrebbe tentato approcci sessuali con un altro uomo via chat sembra avviarsi verso un epilogo, bisognerà vedere se lieto o meno. In giornata di ieri sulla pagina facebook di LGBT News Italia è stato pubblicato un nuovo aggiornamento di stato dove gli amministratori della pagina hanno dichiarato pubblicamente di esser stati contattati privatamente dall’uomo di chiesa sospettato di aver cercato sesso omosessuale. Secondo quanto riportato da LGBT News Italia il sacerdote avrebbe chiesto perdono e scusa per l’episodio, ammettendo quindi le proprie colpe, sostenendo anche che lui non ha nulla contro chi fa scelte di vita diverse e soprattutto avrebbe chiesto di chiudere al più presto l’intera vicenda diventata ormai pubblica.

La risposta di LGBT News Italia è stata molto articolata e ricca di contenuti. Rivolgendosi direttamente al sacerdote che li ha contatti in privato gli attivisti del movimento arcobaleno hanno voluto specificare che L’unica scelta che le contestiamo è quella dell’ipocrisia. Ci addolora l’adesione di persone omosessuali a gruppi di estremisti pseudoreligiosi che organizzano manifestazioni antigay” ed entrando più nel merito della questione hanno poi proseguito : “Lei ha scelto di vivere la sua omosessualità nell’ombra e noi non contestiamo questa scelta, ma perché aderire a manifestazioni antigay?”. La volontà degli attivisti di LGBT News pare proprio quella di mettere in rilievo l’ipocrisia che sembra essere alla base dell’intera vicenda, l’appello è quindi chiaro e cristallino: Noi le chiediamo coerenza, viva la sua vita come meglio crede, nell’ombra, o alla luce del sole, ma quantomeno abbia la decenza di smetterla di prendersi in giro e di farci guerra e la smetta di manifestare contro se stesso e contro quelli che potrebbero essere anche i suoi diritti”. In definitiva gli attivisti gay chiedono al sacerdote di mettere in atto tre condizioni per dimostrare il proprio pentimento e la propria volontà di fare ammenda:

1) Ci dimostri d’aver capito la lezione con un comunicato ufficiale in cui prende le distanze da quella organizzazione cui ha aderito (e che non nominiamo perché li riteniamo indegni di esser anche menzionati), e ce lo mandi.

2) Faccia un’opera di carità (e ce ne mostri la prova) nei confronti di una associazione, a sua scelta, che si batte per il diritto alla dignità delle persone LGBT, diritto che lei ha leso e calpestato da omosessuale.

3) La smetta di fomentare l’odio contro di noi attraverso i social.”

Da LGBT News Italia promettono che se il sacerdote soddisferà queste tre richiesta la faccenda sarà definitivamente archiviata, in caso contrario si proseguirà con la già annunciata lettera al vescovo con la richiesta di riduzione allo stato laicale del prete.

LGBT News scrive al sacerdote biscegliese: “Ecco cosa ti chiediamo”

Original Article >>

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.