TwitterFacebookGoogle+

Libia: "Debkafile", Egitto prepara offensiva terra in Cirenaica

(AGI) – Il Cairo, 27 apr. – L’Egitto sta ammassando forze aeree e di terra nella zona del Deserto occidentale, lungo il confine con la Libia, per lanciare una vasta offensiva per il controllo della Cirenaica e per l’eliminazione delle cellule dell’Isis nella regione. Lo riferisce il sito web israeliano “Debkafile” citando fonti militari e d’intelligence. Il Cairo starebbe spostando buona parte delle sue unita’ navali nei porti sul Mediterraneo, a indicare che l’eventuale offensiva verrebbe condotta con lo sbarco di militari egiziani sulla costa libica, in particolare attorno alla citta’ di Derna, dove la presenza di miliziani dell’Isis e’ nota da diversi mesi. L’operazione sarebbe appoggiata dal lanco di paracadutisti sulle retrovie. “Per il presidente Abdel Fatah al Sisi, la presenza dell’Isis nell’est della Libia, cosi’ come nel Sinai, costituisce un pericolo inaccettabile per il proprio Paese”, sostiene “Debkafile”, “numerosi rapporti d’intelligence lo hanno avvertito della possibilita’ che alcuni terroristi si siano gia’ infiltrati in alcune citta’ egiziane e persino in alcuni reparti dell’esercito del Cairo”. Secondo il sito israeliano, per contrastare l’eventuale offensiva egiziana lo Stato islamico avrebbe gia’ ricevuto rinforzi dalla Siria e dall’Iraq. I miliziani sarebbero arrivati nell’est della Libia attraversando il Mediterraneo e, in certi casi, facendo tappa nella penisola del Sinai. La scorsa settimana, il gruppo di Abu Bakr al Baghdadi aveva diffuso sul web un nuovo video-messaggio nel quale annunciava l’arrivo di nuovi combattenti a Bengasi, dove lo Stato islamico ha condotto per la prima volta un attentato suicida all’inizio del mese. Secondo le fonti di “Debkafile”, l’ipotesi di un attacco egiziano in Libia sarebbe stata al centro della visita a sorpresa effettuata al Cairo dal direttore della Cia, John Brennan. Nella circostanza, al Sisi avrebbe offerto al capo dell’agenzia d’intelligence statunitense la propria assicurazione che in Libia non rimarranno truppe di occupazione egiziane. Gli obiettivi della missione, avrebbe affermato il presidente egiziano, sarebbero quelli di sconfiggere e disarmare gli jihadisti e di consegnare il potere al governo libico guidato da Abdullah al Thani. .
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.