TwitterFacebookGoogle+

Libia: Tripoli, attacco al Corinthia Ostaggi nell'hotel del premier

(AGI) – Tripoli, 27 gen. – L’Isis ha attaccato a Tripoli il piu’ lussuoso albergo della capitale libica: il Corinthia hotel.

E’ salito ad almeno sei morti – tre guardie libiche e tre stranieri – e tre feriti – tre donne filippine – il bilancio provvisorio dell’attacco terroristico di Isis in corso dalle 8 di stamane a Tripoli contro il piu’ lussuoso albergo della capitale libica, il Corinthia hotel.

Prima un’autoboma e’ esplosa nel parcheggio e poi un commando formato da 4 jihadisti e’ entrato nell’albergo aprendo il fuoco ed ora e’ asserragliato nell’edificio con diversi ostaggi. Uno dei terroristi e’ stato catturato ha riferito Essam Naas, portavoce delle forze di sicurezza che hanno circondato la struttura. L’attacco e’ stato rivendicato dalla ‘filiale’ locale di Isis, il cosiddetto Califfato di Derna.

Isis: Mogherini, a Tripoli riprovevole atto di terrorismo

Al Corinthia risiede abitualmente il premier islamista, Omar al Hasi (non riconosciuto dalla comunita’ internazionale a differenza di al Thani), ma al momento non e’ chiaro se si trovasse nell’albergo al momento dell’attacco. Albergo frequentato anche dai diplomatici, i pochi ancora presenti a Tripoli.

L’attentato e’ avvenuto mentre sono in corso a Ginevra i colloqui di pace sotto egida Onu tra delegazioni del governo internazionalmente riconosciuto del premier Abdullah al Thani e rappresentanti di parte delle forze islamiste che controllano la Tripolitania e minacciano la Cirenaica.

La rete tv di Tripoli al-Nabaa ha riferito che “alti funzionari” governativi si trovavano all’interno dell’albergo. (AGI)

Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.