TwitterFacebookGoogle+

L'Intelligence Artificiale sbarca alla Casa Bianca

Washington – L’Intelligenza Artificiale – AI la sigla in inglese – prende piede (non ancora il controllo) della Casa Bianca. Chiunque potrà ‘chattare’ su Facebook Messenger con il 1.600 di Pennsylvanya Avenue (l’indirizzo di casa di Barack Obama) attraverso il primo “bot” (programma che fa credere all’interlocutore di comunicare con un altro essere umano) presidenziale al mondo, messo a punto dall’amministrazione Obama. Non solo. Ogni giorno 10 fortunati ‘chattatori’ con il ‘bot’ presidenziale avranno l’onore di essere letti dal presidente Barack Obama. “Ciao! E’ grandioso avere notizie da te e siamo impazienti di sapere cosa pensi” recita l’Obama-‘bot’ nel saluto d’esordio agli utenti che si iscrivono alla chat. Jason Goldman, capo dell’ufficio digitale della Casa Bianca, ha spiegato che il ‘bot’ presidenziale è un altro mezzo per consentire al presidente e alla sua amministrazione di comunicare con gli americani. “Essere in grado di contattare il presidente tramite Facebook non è mai stato possibile prima e ora lo sarà” ha annunciato Goldman. ‘Bot’, ha aggiunto Godman, completamente “open source in modo che altri sviluppatori posano usarlo”. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.