TwitterFacebookGoogle+

L'Isis distrugge due antichi mausolei a Palmira

(AGI) – Damasco, 23 giu. – Due antichi mausolei islamici sono stati distrutti dall’Isis nei giorni scorsi a Palmira, la citta’ siriana caduta nelle scorse settimane sotto il controllo dei jihadisti. I jihadisti hanno fatto esplodere tre giorni fa il mausoleo di Mohammed Ben Ali, un discendente della famiglia del cugino del profeta Ali Ben Abi Taleb, ha riferito il direttore delle antichita’ siriane, Maamun Abi Karim. Il mausoleo e’ situato in una zona montagnosa a 4km a nord di Palmira e l’Isis ha pubblicato le foto di alcuni uomini armati accanto ad alcune barili, probabilmente ripieni di esplosivo, che si dirigono verso la collina dove si trova il sito. Secondo Abdel Karim, l’Isis ha gia’ fatto esplodere il mausoleo di Chkaf, risalente a 500 anni fa, conosciuto con il nome di Nizar Abou Bahaeddine, un religioso di Palmira. Il monumento si trova nell’oasi della citta’, a 500 metri dall’Arco di Trionfo. Nelle regioni sotto il loro controllo, secondo Abdel Karim, gli estremisti hanno distrutto una cinquantina almeno di mausolei, risalenti a 100, forse 200 anni fa,; e hanno distrutto anche numerose tombe di abitanti di Palmira. “Sono state distrutte tutte le tombe con fronzoli: i jihadisti pensano che le tombe non debbano essere visibili”. (AGI)
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.