TwitterFacebookGoogle+

L'Isis lavora ad arsenale chimico, lo conferma prigioniero

(AGI) – Washington, 9 mar. – La coalizione militare a guida americana ha bombardato in Iraq due infrastrutture legate al programma di armi chimiche dell’Isis servendosi delle rivelazioni di un miliziano di medio-livello operativo catturato lo scorso mese. L’uomo, riferisce il Daily Beast citando due fonti militari anonime, e’ stato interrogato a lungo da ufficiali americani in una prigione in Iraq e ha fornito “un bel po’ di informazioni” sulle potenzialita’ del programma chimico dello Stato islamico e sui suoi obiettivi
.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.