TwitterFacebookGoogle+

Lufthansa: azienda ricorre contro sciopero, chiede 60 milioni di danni ai piloti

(AGI) – Francoforte, 8 set. – Dura reazione di Lufthansa allo sciopero di due giorni (il tredicesimo in 18 mesi) indetto dal sindacato dei piloti Vereinigung Cockpit contro il piano di taglio dei costi. La compagnia aerea tedesca, che oggi e’ stata costretta a cancellare 84 voli di lunga percorrenza su 170, si e’ rivolta al tribunale del lavoro perche’ scongiuri un prolungamento della protesta oltre la data di mercoledi’, come minacciato dai piloti, e ha contemporaneamente chiesto al sindacato 60 milioni di euro di danni per la perdita di utili causata dall’agitazione dell’aprile 2014, che si rivelera’ la prima di una lunga serie. Secondo una nota di Lufthansa, non e’ “al momento possibile portare avanti negoziati costruttivi”. Lufthansa, e’ la replica del Vereinigung Cockpit, “intende abbattere la struttura degli accordi salariali e demolire i meccanismi di protezione con l’obiettivo di indebolire il sindacato”. A far partire l’agitazione era stato il piano dell’azienda di alzare da 55 a 60 anni l’eta’ minima per ritirarsi dal lavoro. In seguito la protesta ha investito l’intero piano di riduzione dei costi del vettore, che intende puntare sempre piu’ sulle operazioni low-cost, il che fa temere ai piloti un ulteriore spostamento delle operazioni al di fuori della Germania. Lo sciopero di oggi segue il fallimento del tavolo della scorsa settimana, quando i piloti avevano accettato l’aumento dell’eta’ di prepensionamento e avevano aperto a una riduzione dei costi che li rendesse comparabili a quelli di Easyjet ma avevano poi abbandonato il tavolo giudicando insufficienti le controproposte dell’azienda. Solo quest’anno gli scioperi sono costati a Lufthansa circa 100 milioni di euro. .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.