TwitterFacebookGoogle+

M. O.: Israele si blinda per Yom Kippur, rafforzata sicurezza

(AGI) – Gerusalemme, 21 set. – Israele si blinda in vista della festivita’ ebraica dello Yom Kippur, seguita dalla ricorrenza islamica dell’Eid al-Adha. Gli appuntamenti arrivano mentre la tensione e’ ancora alta dopo gli scontri a Gerusalemme. Dalla mezzanotte di martedi’, per 24 ore, verra’ imposto un blocco generale ai movimenti verso Israele dalla Cisgiordania e ai valichi con Gaza. Una misura tradizionalmente applicata che restera’ in vigore “in accordo con la valutazione della situazione”, hanno fatto sapere le autorita’ militari, come riferisce la stampa locale. Sono migliaia gli ebrei attesi al Muro del Pianto in occasione dello Yom Kippur, solenne ricorrenza religiosa che celebra il giorno dell’espiazione. Check point e restrizioni alla circolazione delle auto intorno alla Citta’ Vecchia entreranno in vigore gia’ da stasera. Per i musulmani, invece, la festa comincera’ mercoledi’ sera e continuera’ fino a domenica. In quei giorni, l’accesso alla Spianata delle Moschee sara’ concesso sono ai fedeli islamici. La settimana scorsa, in coincidenza con la festa di Rosh Hashanah, il capodanno ebraico, si sono registrati giorni di altissima tensione sulla Spianata delle Moschee, epicentro di violenti scontri tra soldati israeliani e giovani palestinesi, con lancio di pietre e molotov ai quali i militari hanno risposto con lacrimogeni, granate assordanti e una raffica di arresti. A far scoppiare la scintilla, l’aumento di visite di ebrei nel luogo sacro musulmano, per i palestinesi preludio a un cambiamento nello status quo. A nulla sono valse le assicurazioni di Israele sul mantenimento della situazione attuale, con la gestione affidata alla fondazione islamica Wafq. I fedeli ebrei possono accedere alla Spianata delle Moschee ma non possono pregare, nonostante le ripetute richieste e provocazioni che arrivano dai movimenti ultraortodossi. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.