TwitterFacebookGoogle+

M5S, 100mila euro di spese in 3 anni, bufera su Di Maio

Roma – Bufera su Luigi Di Maio, dopo la diffusione della notizia, rimbalzata sui social media, secondo la quale il vicepresidente della Camera del Movimento 5 Stelle avrebbe speso 100mila euro in tre anni per iniziative sul territorio. “Per quanto riguarda i rimborsi spese, eventi sul territorio è una dicitura fittizia”, ha spiegato Di Maio, “tutti quanti utilizziamo fondi per spostarci su territorio, non è ‘eventi sul territorio’ come a sembrare che si stia finanziando qualcosa sul territorio. Sono spostamenti logistici e tutto quel che riguarda un normale parlamentare che si muove sul territorio”, ha sottolineato il deputato 5 Stelle rispondendo ai giornalisti a margine della conferenza stampa tenuta davanti ai cronisti stranieri sul referendum.

LE CRITICHE PD A DI MAIO, “COME FA A PARLARE DI RISPARMI?”

“Come fa Luigi Di Maio a parlare di risparmi, di lotta agli sprechi e di attività politica francescana se poi si fa rimborsare dalla Camera la bella cifra di 100mila euro per attivita’ sul territorio?”, chiede Alessia Morani, vice-presidente del gruppo Pd alla Camera. “Nel goffo tentativo di trovare un spiegazione ‘francescana’ si arrampica sugli specchi e parla di spese in viaggi. Forse si è dimenticato che queste, per i deputati, sono gratis”, conclude.

 

#DiMaio ha speso 100mila euro per attività sul territorio. Com’era quella storia della politica a costo zero? #kasta https://t.co/hboOcxj1qw

— Alessandra Moretti (@ale_moretti) 17 ottobre 2016

 

BUFERA SUI SOCIAL

Sui social è bufera, anche tra i sostenitori del Movimento 5 Stelle. “Agli elettori e attivisti del #m5s come me, non difendiamo a spada tratta come tifosi #DiMaio, se ha sbagliato deve pagare, punto”, twitta Giorgio. “E comunque 100.000 euro in 3 anni non sono propriamente spese da movimento Francescano”, fa eco un altro utente. (AGI)

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.