TwitterFacebookGoogle+

M5S, accordo in 4 punti con Alde già il 4 gennaio

Bruxelles – Un accordo scritto in 4 punti fra il Movimento 5 Stelle e il gruppo Alde al Parlamento europeo sarebbe già stato messo a punto il 4 gennaio scorso a Bruxelles. Il documento è stato in particolare ripreso dai siti Medium.com e Politico.eu. I punti dell’accordo per l’ingresso del M5S nel gruppo liberaldemocratico guidato dall’europeista belga Guy Verhofstadt riguardano in particolare il “rinnovo della democrazia europea”, la “riforma dell’Eurozona”, i “diritti e le liberta’” e le “opportunita’ senza confini”. Ieri il leader del Movimento 5 Stelle ha lanciato una consultazione online fra i militanti sulla decisione di passare dall’alleanza con gli euroscettici dell’Ukip a quella con gli europeisti dell’Alde. Gli eurodeputati del Movimento sono 17.

Ecco il testo dell’accordo tra M5s e ALDE

Da Bruxelles arriva la conferma che il Movimento 5 Stelle ha raggiunto un “accordo di principio” con il gruppo Alde per un’alleanza al Parlamento europeo. Come spiega a Bruxelles il portavoce Diego Destro, non sarebbe stato possibile sottoporre al voto online una simile decisione senza prima avere concordato i principali punti dell’accordo con i Liberaldemocratici. Il documento circolato, spiega il portavoce, “è uno di quelli su cui si è lavorato, e conferma le condizioni politiche alla base dei negoziati come sono state illustrate nel post con cui ieri è stata lanciata la consultazione” e in particolare:

  1. – condivisione dei valori di democrazia diretta, trasparenza, libertà, onestà ; 
  2. – totale e indiscutibile autonomia di voto;
  3. – partecipazione dei cittadini nella vita politica delle Istituzioni europee;
  4. – schieramento compatto nelle battaglie comuni come la semplificazione dell’apparato burocratico europeo, la risoluzione dell’emergenza immigrazione con un sistema di ricollocamento permanente, la promozione della green economy e lo sviluppo del settore digitale e tecnologico con maggiori possibilità occupazionali”.

Le condizioni, ha spiegato ancora Destro, sono state messe a punto dagli stessi leader dei rispettivi partiti, Beppe Grillo e Guy Verhofstadt. Ora si attende l’esito della votazione online, ma per la serata di oggi e’ prevista una visita dello stesso Grillo a Bruxelles. 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.