TwitterFacebookGoogle+

M5S: per polizia ordigno a Roma innocuo, forse gesto simbolico

Roma – Era sostanzialmente innocuo, secondo gli artificieri della polizia, l’ordigno trovato in casa di un collaboratore della giunta capitolina M5s, di professione avvocato.

Si tratterebbe, a quanto si apprende, di tre batterie tipo ‘torcioni’, tenute assieme da del nastro isolante e con dei fili non collegati: era poggiato sul davanzale dell’appartamento del collaboratore, un piano rialzato in zona centro, raggiungibile senza particolare difficoltà. Sull’episodio indaga la Digos, che non trascura alcuna ipotesi ma l’impressione degli investigatori è che possa trattarsi di un gesto simbolico, senza alcuna concreta valenza intimidatoria. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.