TwitterFacebookGoogle+

M5S sfida il Pd sulle Unioni Civili, votiamo ddl senza modifiche

Roma –  Si avvicina il giorno del voto segreto, nessuno si fida di nessuno o quasi. Il Pd freme per la tenuta interna e si preoccupa per la tenuta interna dei grillini; il M5S contraccambia con gli stessi dubbi, che nutre anche per una parte dello stesso Movimento.

 “Ma cosa vogliono ancora? Noi il ddl così com’è l’abbiamo già votato in commissione, e lo votiamo in Aula. Non capisco cosa vuole trattare ancora il Pd”. Per tutta la giornata il senatore 5 Stelle Alberto Airola è un fiume in piena. Dal battibecco mattutino con la dem Cirinnà, è  un crescendo di dichiarazioni. Per Airola, non c’è alcun motivo di mettere in dubbio il voto dei 5 Stelle sulle unioni civili: “Lo votiamo il ddl”. Anzi, per i grillini non sarebbe necessario nemmeno procedere con il voto segreto, tanto che nella riunione con tutti i capigruppo, richiesta dal Pd Zanda, la neo presidente dei senatori pentastellati, Nunzia Catalfo, ha spiegato – riferiscono alcuni presenti – che il Movimento 5 Stelle è contrario a votazioni segrete.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.