TwitterFacebookGoogle+

M5S: Toninelli accusa Pd e Renzi per i 10 fuorisciti

(AGI) – Roma, 28 gen. – “E’ una macchinazione mediatica, studiata non solo dai parlamentari che hanno lasciato il M5S ma anche al di fuori del movimento, in particolare dal Pd e da Renzi”. E’ l’accusa del deputato M5S Danilo Toninelli che, dai microfoni di Radio Citta’ Futura, legge in questo modo l’addio di 10 parlamentari. “Sono scenate teatrali, per fare del male al M5S”, rileva. “Non critico la decisione di questi parlamentari di uscire dal M5S, ma mi permetto pero’ di dire che farlo in un momento politico cosi’ rilevante per il Paese, due giorni prima dell’elezione del Presidente della Repubblica, ha qualcosa di strategico e di cinico”, aggiunge. “Si sono dimessi – osserva – nel momento in cui, immediatamente dopo, hanno potuto andare a parlare con chi era un loro interlocutore gia’ da molto tempo, cioe’ il presidente del Consiglio”. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.