TwitterFacebookGoogle+

Mafia Capitale: pm verso il no a patteggiamento Buzzi

(AGI) – Roma, 3 set. – La procura di Roma e’ orientata ad esprimere il parere negativo alla nuova richiesta di patteggiamento della pena (per complessivi 3 anni e 9 mesi di reclusione) avanzata ieri da Salvatore Buzzi, il presidente della cooperativa ’29 giugno’, in carcere dallo scorso dicembre e in attesa di essere processato assieme ad altre 58 persone per ‘Mafia Capitale’. I pm si pronunceranno ufficialmente nei prossimi giorni ma l’esito e’ praticamente scontato anche perche’ Buzzi insiste nel chiedere di essere imputato di associazione per delinquere semplice, oltre al resto (corruzione, turbativa d’asta e intestazione fittizia di beni), ritenendo insussistente il reato associativo aggravato dal metodo mafioso, che invece gli inquirenti attribuiscono a lui e all’altro capo del sodalizio, l’ex Nar, Massimo Carminati. Intanto, l’ex assessore al Comune di Roma, Daniele Ozzimo, anche lui tra i 59 imputati del giudizio immediato, ha chiesto di essere giudicato con il rito abbreviato, che prevede, in caso di condanna davanti al gup, lo sconto di un terzo della pena. “Siamo convinti che dagli atti processuali si possa dimostrare la sua assoluta estraneita’ dai reati contestati”, fanno sapere gli avvocati Luca Petrucci e Danilo Leva. Ozzimo, in particolare, e’ accusato dai magistrati di due episodi di corruzione. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.