TwitterFacebookGoogle+

Maltempo: arriva il 'ciclone mediterraneo' su Sardegna e Sicilia

(AGI) – Roma, 29 set. – Il ciclone mediterraneo si sta avvicinando minaccioso alla Sardegna, domani si trovera’ molto vicino all’isola dove iniziera’ a piovere in maniera piu’ intensa. La redazione web del sito www.iLMeteo.it comunica che oggi il tempo risultera’ instabile sulle coste orientali della Sardegna, e poi tra Sicilia e Calabria con locali rovesci o anche qualche temporale in Sardegna. Altrove il cielo si presentera’ poco o parzialmente nuvoloso. Venti freschi da nordest su gran parte dei bacini. Attenzione da mercoledi’, nel corso del pomeriggio e sera peggiora fortemente sulla Sardegna con piogge via via piu’ abbondanti, con temporali e locali nubifragi che potrebbero abbattersi sulle province di Olbia-Tempio, Nuoro, Ogliastra e Cagliari. Peggiora anche in Sicilia, segnatamente sul Catanese. Giovedi’, ancora condizioni di maltempo su Sardegna e Sicilia con temporali diffusi, precipitazioni intense e locali nubifragi, particolare attenzione ancora all’Olbiense, Nuorese, Ogliastra, ma inizialmente anche al Medio Campidano e Iglesiente; per quanto riguarda la Sicilia, prestare attenzione al Trapanese, Agrigentino, Catanese, poi Ragusano e Siracusano.(AGI/AFP/REUTERS) – New York, 29 set. – Al termine di 90 minuti di “franco” e “molto costruttivo” confronto sulla Siria, le distanze tra Barack Obama e Vladimir Putin non sembrano essersi ridotte, tranne che per il solo fatto che i due si sono parlati per la prima volta da due anni. Il presidente americano ha concordato con Putin sulla necessita’ di cercare una soluzione politica alla crisi in Siria ma restano profonde ed apparentemente incolmabili divergenze sul ruolo e sul futuro di Bashar Assad ed anche sull’eventuale partecipazione ai raid awerei contro Isis dei jet russi: Mosca vuole un mandato Onu, perche’ considera la campagna a guida Usa in corso da oltre un anno illegittima Sul nodo Assad, per il presidente americano non ci puo’ essere alcuna possibilita’ di stabilita’ in Siria con lui al potere mentre Putin pretende che il presidente siriano abbia un ruolo nella fase di transizione, senza escludere a priori, in un secondo tempo, la cessione sostanziale del potere. In ogni caso per Putin il destino di Assad sara’ deciso dal popolo siriano, non dal presidente americano Barack Obama o da quello francese Francoise Hollande, sulla Siria se possibile piu’ intransigente del presidente americano. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.