TwitterFacebookGoogle+

Maltempo flagella Centro Nord, 5 morti a Livorno. Foto e video

Il maltempo sta flagellando il Centro Nord della Penisola e ci sono già delle vittime: 5 morti a Livorno. Sulla città e i suoi dintorni nella notte hanno soffiato venti fortissimi e molte strade si sono allagate, trasformandosi in fiumi. La bomba d’acqua, 170 millimetri in pochi minuti, è stata devastante, si legge sul Corriere della Sera. Ha spazzato Livorno, colpendo soprattutto la zona sud e provocando almeno 5 morti: quattro le vittime in un seminterrato in via Sauro, un altro cadavere è stato trovato in via della Fontanella. Tre invece i dispersi: una ragazza in via Garzelli e altre due persone in via Sant’Alò.

A #livorno l’emergenza #maltempo non è finita. Sono esondati alcuni torrenti, altri sono sorvegliati dalla protezione civile pic.twitter.com/FBSRiOU16j

— Filippo Nogarin (@nogarin) 10 settembre 2017

Sindaco di Livorno: “Situazione critica”

“La situazione è molto problematica, critica, spero non sia un disastro”. Aveva detto nelle scorse ore il sindaco di Livorno Filippo Nogarin sulla situazione in città in seguito all’ondata di maltempo che l’ha colpita, come riporta La Stampa. “Ha piovuto tantissimo, ci sono grosse difficoltà, sono esondati alcuni corsi d’acqua, vengono segnalati smottamenti a Montenero”.  

Finita allerta a Genova

E’ terminata alle 8 di questa mattina l’allerta rossa diramata per la parte centrale della Liguria da Noli, fino a Portofino e nell’entroterra. L’ondata di maltempo, scrive Repubblica, si è abbattuta piu’ violentemente nel levante genovese, con allagamenti a Rapallo e nel Tigullio: non ci sono stati danni particolari a Genova e nel genovesato dove, poco dopo le 20,30 di sabato sono caduti circa 45 millimetri di pioggia.

Le celle temporalesche si sono scaricate in mare e dalle 21 di ieri sino alla mezzanotte circa, oltre 3500 fulmini sono caduti davanti alle coste liguri, uno dei quali ha colpito una centralina elettrica determinando lo stop di un treno, un Fracciabianca, per 50 minuti con conseguenti ritardi sulla linea. L’allerta ora resta gialla lungo la costa da Portofino sino al confine con la Toscana, su tutta la provincia della Spezia, in Valfontanabuona e valle Sturla sino alle 14 di oggi. 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.