TwitterFacebookGoogle+

Maltempo: nubifragi e crolli in Sicilia, pioggia in tutta la Calabria

(AGI) – Palermo, 9 set. – Una nuova ondata di maltempo sta colpendo il sud Italia.

Forti piogge e temporali interessano in particolare la zona compresa tra Roccalumera e Giardini Naxos. In quest’ultimo comune  una vera e propria bomba d’acqua e un fiume di fango hanno invaso le strade, travolto e trascinato le auto come fuscelli. Diversi automobilisti sono rimasti intrappolati. Allagati negozi, seminterrati, abitazioni. Allertata la protezione civile che ha inviato delle idrovore mentre sono gia’ sul posto personale dei vigili del fuoco e volontari.

Qualche problema anche nel Comune di Gallodoro per la caduta di un masso sulla strada provinciale. Il maltempo ha creato disagi anche nell’isola di Vulcano, nelle Eolie, dove una nave di linea, forse a causa del vento e del mare mosso, ha urtato contro la banchina del porto. Problemi invece per i turisti che vogliono lasciare l’isola. Traffico temporaneamente bloccato in entrambe le direzioni sulla strada statale 115 “Sud Occidentale Sicula” a causa di un mezzo pesante di traverso, nei pressi di Sciacca, in provincia di Agrigento. Anche a causa del maltempo che ha reso insidioso il manto stradale, il conducente ha perso il controllo del mezzo. Avviate le operazioni di rimozione del mezzo con deviazioni del flusso del traffico. Sul posto le squadre di pronto intervento Anas, della Polizia Stradale e dei Vigili del Fuoco, per garantire la sicurezza della viabilita’ e ripristinare il normale flusso della circolazione.

In provincia di Agrigento le intense precipitazioni delle ore notturne hanno provocato notevoli danni sulle strade provinciali ed ex consortili. Si tratta soprattutto di ingenti quantita’ di fango e detriti che in alcuni casi hanno invaso la carreggiata, costringendo sin dalle prime ore del mattino tecnici, capi cantonieri e cantonieri del Settore Infrastrutture Stradali ad intervenire.

Mezzi del Libero Consorzio sono all’opera da qualche ora nel comprensorio Licata-Campobello di Licata-Ravanusa per ripristinare le carreggiate, ma l’elevato numero di strade interessate dalle intense piogge rende difficile il lavoro su strade gia’ in precarie condizioni generali e con carente segnaletica. L’allerta meteo riguarda anche la zona centro-nord, ma si raccomanda la massima prudenza agli automobilisti che percorreranno nelle prossime ore la rete viaria dell’intera provincia, considerato che sono attesi veri e propri nubifragi, con probabili allagamenti e smottamenti di materiale fangoso e detriti dai terreni confinanti con le strade provinciali ed ex consortili. Anas comunica che sulla strada statale 114 ‘Orientale Sicula’ e’ provvisoriamente chiuso il tratto dal km 46,000 al km 47,000 nel territorio comunale di Letojanni, in provincia di Messina, a causa di una frana dovuta alle intense precipitazioni in corso nella regione. Il traffico e’ deviato sulla viabilita’ secondaria. Sul tratto e’ presente il personale Anas al fine di eseguire i rilievi del caso e predisporre gli interventi necessari a ripristinare la circolazione nel piu’ breve tempo possibile. Inoltre sulla strada statale 113 ‘Settentrionale Sicula’ in localita’ Altavilla Milicia, a causa di un allagamento, e’ stato provvisoriamente chiuso il tratto dal km 238,300 al km 238,800 in entrambe le direzioni. Le deviazioni, anche in questo caso, sono segnalate dal personale Anas. La strada e’ stata chiusa anche dal chilometro 38,000 l km 48, tra i comuni di Giardini, Taormina, Mazzeo, Letojanni, Sant’Alessio, in provincia di Messina a causa di una serie di smottamenti. Il traffico sull’autostrada Catania-Messina, informa l’Anas, e’ deviato allo svincolo di Giardini e lo svincolo di Roccalumera. La strada e’ chiusa da Capo Taormina a Capo Sant’Alessio. Fango e detriti sui binari per il maltempo che sta colpendo la Sicilia.

 Sospeso di nuovo il traffico ferroviario fra Alcantara e Taormina, linea Catania-Messina. La circolazione dei treni era stata preventivamente interrotta in mattinata, fra le 8.30 e le 10. Alcuni movimenti franosi hanno trasportato sui binari consistenti quantitativi di fango e detriti che impediscono il passaggio dei treni. Le squadre tecniche di Rfi, gia’ sul posto, stanno lavorando per ripristinare la piena funzionalita’ della linea per il passaggio in sicurezza dei treni e monitorano costantemente la massicciata ferroviaria per verificarne tenuta e stabilita’. I tecnici prevedono, vista l’entita’ degli smottamenti, di poter riattivare la circolazione ferroviaria entro la serata, salvo peggioramenti delle condizioni meteorologiche. Difficolta’ anche per le corse sostitutive con autobus istituite dall’impresa di trasporto per i problemi di viabilita’ stradale provocati dal maltempo.

CALABRIA

E’ allerta su tutto il territorio della Calabria. Nelle prossime ore le precipitazioni potranno assumere carattere temporalesco, ma maggiore probabilita’ di accadimento e’ previsto sui settori centro-meridionali. Pertanto, considerato l’assetto idrogeologico del territorio regionale il centro funzionale ha mantenuto anche per la giornata di domani la criticita’ di livello rosso (massimo livello di rischio) per i versanti tirrenico centrale, tirrenico meridionale, ionico centrale e ionico meridionale e di livello arancione per i versanti tirrenico settentrionale e ionico settentrionale. Intanto e’ ripresa la circolazione ferroviaria tra Saline e Melito Porto Salvo, linea Reggio Calabria – Melito Porto Salvo, sospesa alle 12.45 per un movimento franoso, causato dall’intensa pioggia di queste ore, segnalato dai Vigli del fuoco. Dopo l’intervento delle squadre tecniche di Rete Ferroviaria Italiana e le verifiche dell’infrastruttura ferroviaria per garantire il passaggio dei treni in sicurezza, l’Intercity 562 (Reggio Calabria – Taranto), fermato in linea, ha potuto riprendere il viaggio. Oltre all’IC562 hanno registrato ritardi fino a un’ora anche quattro treni regionali. (AGI)

Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.