TwitterFacebookGoogle+

Mangiare pasti fatti in casa diminuisce rischio diabete tipo 2

Washington – Le persone che consumano spesso pasti preparati in casa hanno meno probabilità di soffrire di diabete di tipo 2. Queste, in estrema sintesi, le conclusioni di uno studio dell’Harvard T.H. Chan School of Public Heath di Boston. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Plos Medicine. A livello internazionale c’è una forte tendenza a mangiare fuori e questo potrebbe portare al consumo di cibi di fast food. I ricercatori preoccupati di questa tendenza a seguire una dieta ricca di energia, ma relativamente povera di sostanze nutritive, hanno ipotizzato che questo potrebbe portare a un aumento di peso e, di conseguenza, a un aumento del rischio di sviluppare il diabete di tipo 2.

Gli scienziati hanno quindi analizzato una grossa mole di dati sulle abitudini alimentari di numerose persone e hanno collegato queste informazioni all’insorgenza dei diabete. Ebbene, i risultati indicano che le persone che hanno riferito di consumare dai 5 ai 7 pasti serali fatti in casa nel corso di una settimana avevano un rischio inferiore del 15 per cento di sviluppare il diabete di tipo 2, rispetto invece a coloro che hanno riferito di aver consumato solo 2 pasti o meno preparati in casa in una settimana. Secondo i ricercatori questa associazione sarebbe dovuta all’aumento di peso piu’ frequente nei soggetti che mangiano fuori. 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.