TwitterFacebookGoogle+

Manovra: Cdm aggiorna Def, indebitamento 2015 scende a 2, 6%

(AGI) – Roma, 28 ott. – Il Consiglio dei ministri ha approvato le modifiche apportate al Def. Il deficit scende nel 2015 al 2,6. “Il miglioramento complessivo del deficit atteso per il 2015 e’ pari a circa 4,5 miliardi di euro che porta l’indebitamento netto nominale al 2,6% del Pil. L’indebitamento netto strutturale registrera’ un miglioramento di poco superiore allo 0,3%, sostanzialmente in linea con quanto richiesto dalle istituzioni europee”. “La struttura del disegno di legge di stabilita’ per il 2015 rimane immutata prevedendo, in continuita’ con i provvedimenti adottati nel corso del 2014, interventi per rilanciare la crescita economica supportando la domanda aggregata e la competitivita’ del Paese. La relazione passa ora all’esame delle Camere”. E’ quanto si legge nel comunicato stampa con cui Palazzo Chigi ha annunciato l’ok alla modifica del Def, che recepisce le indicazioni contenute nell’accordo tra governo italiano e Commissione Ue. .
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.