TwitterFacebookGoogle+

Marino, "giudicatemi sui fatti" Nessuna pressione su dimissioni

(AGI) – Roma, 28 lug. – “Matteo Renzi ha affermato anche oggi dei principi di rigore molto seri che condivido fortemente”, e “ha ragione nell’affermare che l’amministrazione di una citta’, e in particolare della capitale, vada valutata per cio’ che ha fatto e per cio’ che fa”. Lo ha detto il sindaco di Roma, Ignazio Marino, presentando i nuovi assessori della sua giunta.

Vicesindaco Causi, da martedi’ tavolo con Governo

“Non ho mai percepito un pressing per le mie dimissioni, mi sento solido e sento la solidita’ del Governo, che naturalmente vuole degli obiettivi che raggiungeremo tutti insieme. Credo ci sia una citta’ che apprezza il nostro cambiamento e un presidente del Consiglio felice del fatto che siamo riusciti a riportare la legalita’ contabile in Campidoglio”. “Nelle ultime 24 ore non ha avuto contatti diretti con il premier Renzi ma c’e’ stato un lavoro comune a Palazzo Chigi e in Campidoglio su progetti e idee – ha ammesso Marino – sono sicuro che nelle prossime ore avremo occasione di confrontarci”.

Causi ed Esposito restano in Parlamento

Marino ha completato il lavoro per la formazione della nuova giunta capitolina, i cui nuovi assessori verranno presentati nel primo pomeriggio. L’ultima poltrona e’ andata a Luigina Di Liegro, come nuovo assessore al Turismo. Nata a Gaeta e trasferitasi da piccola con la famiglia negli Stati Uniti, dove ha completato gli studi universitari, Di Liegro e’ nipote di don Luigi, fondatore della Caritas diocesana a Roma, ed e’ stata assessore alle Politiche della sicurezza della Regione Lazio quando era governatore Piero Marrazzo. Oltre a Di Liegro, sono confermati il vicesindaco con delega al Bilancio Marco Causi e gli assessori a Trasporti e Scuola, Stefano Esposito e Marco Rossi Doria. Piemontese, parlamentare dal 2008 e senatore dal 2013, Esposito e’ noto per le sue posizioni ‘pro Tav’, che in passato gli hanno procurato minacce e intimidazioni provenienti dal movimento antagonista che si oppone alla realizzazione della linea ad alta velocita’ Torino-Lione.

Renzi annulla il dibattito alla Festa dell’Unita’

Il senatore dem e’ anche membro della commissione parlamentare Antimafia e, a seguito dell’inchiesta su Mafia Capitale, e’ stato designato come commissario del partito nel territorio di Ostia. Marco Rossi Doria, ex sottosegretario all’Istruzione nei governi Monti e Letta, dovrebbe invece rimpiazzare Paolo Masini, che lascia dunque l’esecutivo capitolino. Per definire la squadra bisogna pero’ assegnare un’ultima poltrona: per salvaguardare la parita’ di genere in giunta dovrebbe trattarsi di una donna, ma il nome non e’ stato ancora individuato; non e’ chiaro, inoltre, se quest’ultimo assessore vada ad assumere le deleghe lasciate vacanti dall’ex vicesindaco Nieri (Personale e Periferia) o venga destinato a un altro settore dell’amministrazione. (AGI)

Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.