TwitterFacebookGoogle+

Mattarella a Papa: suo viaggio importante messaggio di pace

(AGI) – Roma, 19 set. – “La sua presenza rechera’ un importante messaggio di pace e fraternita’, stimolando una sempre piu’ profonda presa di coscienza sull’urgenza di un’azione corale della comunita’ internazionale per affrontare le difficili sfide poste dalla guerra, dalla poverta’, dalla fame e dalle innumerevoli tragedie che affliggono la famiglia umana”. Lo scrive il presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel messaggio inviato a Sua santita’, Papa Francesco in occasione del suo viaggio a Cuba, negli Usa e all’Onu. “Santita’, desidero farle pervenire il mio piu’ sincero ringraziamento per il messaggio che ha voluto cortesemente indirizzarmi nel momento in cui si accinge a partire per il viaggio apostolico a Cuba, negli Stati Uniti d’America e per la visita alla sede dell’Organizzazione delle Nazioni Unite”, scrive il Capo dello Stato nel suo messaggio. “L’Italia e la comunita’ internazionale guardano con attenzione del tutto speciale suo viaggio nel continente americano. Sono vive le aspettative per la sua visita a Cuba dopo il recente storico riavvicinamento a Washington, per il quale la Santa Sede ha svolto un ruolo di primo piano”, aggiunge. “Parimenti intensa e’ l’attesa per la missione negli Stati Uniti, paese di imprescindibile riferimento sul piano globale, per il suo intervento di fronte al Congresso e per la sua partecipazione alla Giornata mondiale delle famiglie a Filadelfia”, prosegue. “Particolare infine interesse rivestira’ l’attesa visita alle Nazioni Unite ed il suo intervento, nel settantesimo anniversario della fondazione e nel ricordo del discorso che vi tenne il suo predecessore Paolo VI cinquant’anni orsono”, si legge ancora nel messaggio del Capo dello Stato. “Sono certo che, nel portare sostegno e incoraggiamento alle locali comunita’ cristiane, la sua presenza rechera’ un importante messaggio di pace e fraternita’, stimolando una sempre piu’ profonda presa di coscienza sull’urgenza di un’azione corale della comunita’ internazionale per affrontare le difficili sfide poste dalla guerra, dalla poverta’, dalla fame e dalle innumerevoli tragedie che affliggono la famiglia umana. Mi e’ gradita l’occasione per rinnovarle i sensi della mia profonda stima e considerazione”, conclude.(AGI) .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.