TwitterFacebookGoogle+

Mattarella accoglie a Malpensa le salme delle vittime strage Nizza – Video

Roma – Sono atterrate a Malpensa stamattina 4 delle 6 salme delle vittime dell’attacco terroristico di Nizza del 14 luglio scorso.  Ad accoglierle all’aeroporto c’erano il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ed il Sottosegretario agli Affari Esteri Vincenzo Amendola. Il presidente della Repubblica ha passato alcuni minuti insieme ai familiari delle vittime mentre aspettava l’arrivo dell’aereo. Ad accogliere le bare c’erano anche il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, il sindaco di Milano Giuseppe Sala, che in occasione dei funerali delle vittime milanesi dichiarerà un giorno di lutto cittadino.

Una volta giutne a Malpensa le quattro bare, ricoperte dalla bandiera italiana, sono state benedette dal cappellano dell’aeroporto, don Ruggero Camagni. Tutte e quattro le bare sono ricoperte dalla bandiera italiana. Il presidente della Repubblica ha fatto tre passi in avanti, insieme con il sindaco di Milano Giuseppe Sala, verso le bare in segno di rispetto e poi è tornato con i parenti. Mattarella ha salutato personalmente e a uno a uno anche i familiari che accompagnavano i feretri sull’aereo. 

Intanto il parlamento francese ha votato a favore del prolungamento di altri 6 mesi dello stato di emergenza, in vigore dai giorni immediatamente successivi agli attentati terroristici del 13 novembre a Parigi. Intorno alle 2 del mattino i deputati hanno approvato l’articolo del progetto di legge che proroga di 6 mesi come misura eccezionale, in luogo dei 3, secondo le intenzioni del governo prima della strage di Nizza. ​(AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.