TwitterFacebookGoogle+

Mattarella conquista subito le homepage di tutto il mondo

(AGI) – Roma, 31 gen. – “I migliori auguri al nuovo presidente Sergio Mattarella per un settennato all’insegna di crescita, stabilita’ e Europa”. Cosi’ in un tweet in italiano, il presidente del Parlamento europeo, Martin Schulz e’ stato il primo esponente di rilievo della politica internazionale a congratularsi pubblicamente con il neo-eletto presidente della Repubblica.

L’elezione di Sergio Mattarella, si e’ guadagnata rapidamente le homepage dei siti delle grandi testate internazionali; dalla Bbc a Der Spiegel, dal Financial Times a El Pais, tutti i piu’ autorevoli mezzi di informazione internazionali salutano il nuovo inquilino del Colle, ricordando il lungo applauso che ne ha salutato l’elezione nell’emiciclo di Montecitorio. Le Monde ricorda che “e’ stato eletto con 665 voti, largamente sopra i 505 voti necessari” e poi aggiunge un dettaglio di cronaca che ne evidenzia le abitudine morigerate: “Chiuso da diversi giorni in un modesto appartamento di servizio, e’ stato visto inghiottito nel traffico su una Panda grigia, diretto a casa della figlia per attendere i risultati”.

Vai allo speciale ELEZIONE DEL PRESIDENTE

Il Financial Times dedica proprio l’apertura alla notizia: “Il nuovo presidente italiano e’ Sergio Mattarella”, elezioni che e’ la “dimostrazione della straordinaria capacita’ politica e della forza di Matteo Renzi”.  “Un cattolico siciliano nel cuore delle istituzioni”, titola le Figaro. In molti sottolineano “l’iniezione di forza” (BBC) e il “trionfo politico” (El Pais) per il premier Matteo Renzi. Anche la Suddeutsche Zeitung rimarca la vittoria del premier: “Eletto al quarto turno, Sergio Mattarella, giudice della Corte Costituzionale ed ex ministro della Difesa, era il candidato preferito del premier Renzi”. “La scelta del premier ottiene la presidenza”, sintetizza il Wall Street Journal, “una vittoria politica per il giovane premier Renzi, che l’ha sponsorizzato”. Sulla stessa lunghezza d’onda la Frankfurter Allegemeine, che ricorda come l’elezione “non abbia ottenuto i voti di Silvio Berlusconi”. “Difficile pero’ trovare un carattere piu’ diverso da Renzi”, osserva ancora Le Figaro: “tanto quest’ultimo e’ esuberante e mediatico, tanto Mattarella e’ ponderato, coltiva la calma come una virtu’, parla a voce bassa, sempre nell’equilibrio e nella moderazione”.   

Tutti mettono in luce il profilo di giurista di rango del nuovo presidente, ma anche il suo carattere tranquillo segnato dalla tragedia, la morte dell’amato fratello maggiore, Piersanti, ucciso dalla mafia. Per il francese La Tribune e’ stato eletto “un homme ‘droit’, rigoroso: “noto per la sua rettitudine, l’uomo politico si e’ opposto ripetutamente a Silvio Berlusconi”. Les Echos (“L’antiberlusconiano Mattarella eletto presidente”) annota il ‘riallineamento del Nuovo Centro Destra sul candidato di Matteo Renzi”. Per lo spagnolo ABC “questo giurista democrastiano e’ stato eletto con 664 voti (sic, sbagliando il numero), un bottino comunque superiore alle previsione”. (AGI)

Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.