TwitterFacebookGoogle+

Mattarella: sforzo comune per riportare Paese su sentiero virtuoso

(AGI) – Milano, 27 giu. – “Dopo un lungo periodo di crisi siamo oggi in una delicata fase di cambiamento. Segnali di segno positivo indicano che anche in Italia si presenta la ripresa. Dobbiamo cogliere questo momento favorevole per portare il Paese su un sentiero di crescita virtuoso e piu’ sostenuto, cruciale per ‘far rinascere l’impresa’, per creare occupazione, per offrire nuove opportunita’, soprattutto ai giovani”. Cosi’ il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in un messaggio al convegno della Federazione nazionale cavalieri del lavoro. “Il nostro Paese conta su un patrimonio importante: siamo al secondo posto per attivita’ manifatturiera in Europa. Nonostante il prezzo pesante negli ultimi anni, abbiamo imprese capaci di affermarsi e competere sui mercati internazionali, e centri di eccellenza nella ricerca”, ha proseguito il capo dello Stato nel messaggio letto al convegno. “Il ritorno alla crescita richiede uno sforzo in termini di innovazione e investimenti, per adeguarsi alle nuove tecnologie, valorizzare le capacita’ delle persone, sostenere la competizione”, ha continuato. “In una parola arricchire il capitale sociale del Paese, attraverso una costante collaborazione tra pubblica amministrazione e settore privato, in uno sforzo comune per la competitivita’ del Paese”. “Occorre – ha aggiunto Mattarella – favorire strumenti per finanziare nuove idee, start up, venture capital e investimenti. E’ importante agire a livello europeo, affinche’ vengano utilizzati i margini di flessibilita’ per gli investimenti e il Piano Juncker possa dare presto i primi contributi al rilancio di infrastrutture, innovazione e pmi”. “Le istituzioni e la societa’ civile – ha concluso – devono proseguire le azioni per migliorare il contesto per fare impresa, semplificare le regole, rendere la pubblica amministrazione piu’ efficiente, tagliare la spesa improduttiva e liberare risorse per investire in istruzione, ricerca e infrastrutture, promuovere la cultura della legalita’ e del merito. Sono certo che – in questo percorso – non manchera’ l’apporto rilevante dei Cavalieri del Lavoro, capaci di partecipare con intraprendenza e responsabilita’ alle impegnative sfide che ci attendono”. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.