TwitterFacebookGoogle+

Mattarella, Ue stringa su Brexit e assuma ruolo per crisi Siria

Sofia – La Brexit è un processo che deve avere i suoi tempi, ma questi non devono andare oltre il necessario: Sergio Mattarella chiede che non si temporeggi nelle trattative per l’uscita della Gran Bretagna dall’Ue. Al di là dell’esito del referendum del 23 giugno, ha detto il Presidente della Repubblica al termine dei colloqui con l’omologo bulgaro Rosen Plevnrliev, “la Gran Bretagna resta un paese alleato ed amico. Questo richiede che nei tempi necessari, ma non oltre quelli, ci sia chiarezza nei rapporti con l’Unione”.

Il Presidente sottolinea anche il ruolo internazionale dell’Europa. In un momento in cui Russia e Stati Uniti sono protagonisti di un dialogo per la Siria, “Paese di origine di molti dei flussi migratori”, l’Unione europea “non può essere solamente una spettatrice, ma occorre che attraverso il rilancio della politica estera e di sicurezza europea possa diventare una coprotagonista”. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.