TwitterFacebookGoogle+

Meningite, una morta sospetta a Bari e un uomo salvato in Veneto. Tutto quello che c'è da sapere

Roma – Una bimba di 4 anni di Barletta è morta all’Ospedale Pediatrico ‘Giovanni XXIII’ di Bari per sospetta sepsi, probabilmente causata da meningococco o pneumococco. La piccola, trasportata a Bari già in condizioni molto gravi, è deceduta poco dopo il ricovero. Accertamenti di laboratorio per stabilire le cause della morte sono in corso sui campioni prelevati in ospedale, presso l’Unità operativa di Igiene del Policlinico di Bari.

Brutta avventura ma a lieto fine, invece, per un 58enne di Portogruaro, in Veneto, operato d’urgenza e salvato all’ospedale San Tommaso dei Battuti dopo che una meningite batterica, partita dall’orecchio, aveva eroso il cranio ed era entrata nelle meningi.

Meningite, il vademecum dell’Istituto Superiore della Sanità

Intanto, la paura del meningococco continua a creare malumori e tensioni alle Asl, dove si registrano file lunghissime e caos prenotazioni per vaccinarsi.

 

Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev – Agi

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.