TwitterFacebookGoogle+

mercedes hitler asta

La Mercedes del 1939 usata da Adolf Hitler per girare in lungo e in largo la Germania, in perfette condizioni e restaurata ad arte, verrà messa all’asta il mese prossimo in Arizona. La Mercedes-Benz 770K Grosser (la sigla, come nelle moderne vetture di Stoccarda, stava ad indicare la cilindrata monstre di 7,7 litri, cui si aggiungevano due turbocompressori) raggiungeva la velocità massima di 160 chilometri orari ed era chiamata ‘Super Mercedes’. Era sia un potente simbolo di propaganda dell’eccellenza meccanica tedesca usata dal Terzo Reich con il Fuehrer spesso in piedi con il braccio teso a salutare la folla osannante. Dello stesso modello ne vennero realizzate 4 di cui una per l’imperatore giapponese Hirohito.

L’auto verrà battuta all’asta che si terrà il 17 gennaio a Scottsdale, all’annuale incanto di vetture d’epoca. Con la targa originale 1A 148461, era stata scelta per portare Hitler trionfante alla parata attraverso Berlino dopo la sconfitta della Francia, e durante la visita del dittatore italiano, Benito Mussolini. Con il volgersi delle sorti della guerra contro il Terzo Reich, la macchina finì in disuso in Francia e cadde nelle mani degli Alleati. Dopo la Seconda Guerra Mondiale, andò per breve tempo a un privato belga prima di essere inviata negli Stati Uniti, a Greenville, Nord Carolina, presso l’ufficio dei veterani che la usavano per le parate. Passò di mano in mano per diverse volte prima di essere venduta a un collezionista europeo nel 2002 e successivamente a un miliardario russo, nel 2009. 

Secondo la stampa americana, la Mercedes di Hitler potrebbe essere venduta per milioni di dollari. “L’obiettivo non è assolutamente di glorificare Hitler e le sue politiche distruttive. È per mostrare una delle eccezionali macchine del secolo, costruita da persone dotate, e rappresenta il livello piu’ alto di artigianato”, ha spiegato la casa d’aste. “Ma è anche un memoriale al valore militare dei soldati degli Stati Uniti di cui siamo orgogliosi in questa dimostrazione di un dittatore caduto”, ha proseguito, parlando di “un promemoria perché il male che questa auto simboleggia non venga mai più permesso”. Per questo il 10% della vendita verrà devoluto per educare su come e perché è avvenuto l’Olocausto e come prevenire simile atrocità in futuro. 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.