TwitterFacebookGoogle+

Messo a punto un test per diagnosticare i tumori al pancreas con un selfie

Da oggi basta un selfie per scoprire se si è affetti da cancro al pancreas. Tutto ciò grazie a un’app che elabora l’immagine attraverso algoritmi che consentono di individuare il livello di bilirubina nella parte bianca degli occhi di una persona. L’applicazione si chiama BiliScreen ed è stata messa a punto – scrive ScienMag – da alcuni ricercatori dell’università di Washington. 

Più facile e meno costosa di un’analisi del sangue 

Quando si è affetti da cancro al pancreas, il livello di bilirubina negli occhi aumenta fino a farli diventare gialli (stadio ormai avanzato della malattia). L’app permette di individuare l’aumento della bilirubina (indice anche di altre possibili malattie) prima che sia visibile a occhio nudo. Il metodo ideato dai ricercatori è molto preciso e allo stesso tempo semplice, perché il test può essere eseguito da tutti in maniera completamente autonoma. Da uno studio condotto su 70 persone, BillScreen si è rivelata il 90% più precisa di un esame del sangue e anche meno costosa e invasiva.

Il problema è prevedere in tempo la malattia 

L’obiettivo dei ricercatori è proprio quello di offrire uno strumento preventivo per individuare l’insorgere della malattia prima che sia troppo tardi. Quando si presentano i primi sintomi del cancro al pancreas la malattia è spesso in uno stadio abbastanza avanzato e nella maggior parte dei casi è troppo tardi per correre ai ripari. Non a caso questo tipo di tumore ha un tasso di sopravvivenza molto basso (appena il 9%negli ultimi cinque anni). “Il problema con il cancro al pancreas è che quando cominciano ad arrivare i primi sintomi è già troppo tardi”, spiega Alex Mariakakis, uno dottorando alla Paul G. Allen School of Computer Science & Engineering. “La speranza è che se si mette a disposizione di tutti uno strumento per fare una verifica direttamente a casa, senza il bisogno di andare in ospedale per fare esami, si riesca a verificare la presenza della malattia in un momento in cui è possibile intervenire. Aumentano così le possibilità di poter salvare la vita a più persone”.

Gli occhi rivelano molte cose del nostro corpo

“Dagli occhi è possibile capire molte cose che riguardano il nostro corpo – spiega Shwetak Patel, uno dei maggiori ideatori dell’app e professore in ingegneria elettronica all’università di Washington – , attraverso le lacrime ad esempio si può scoprire il livello di glucosio, così come la parte bianca può mostrare il livello di bilirubina nel sangue”. A metà settembre i ricercatori presenteranno il loro lavoro (inclusi appositi accessori) all’Ubicomp 2017, l’International Association for Computing Machinery.

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.