TwitterFacebookGoogle+

Mette la verginità all’asta ed è assalita dalle richieste: era uno scherzo, sono pentita

Nicole Severini (nome di fantasia) aveva fatto parlare di sé sia sul tabloid Sun che su Porta a Porta, ma ora si dice pentita e non sa come uscire da questa storia.

globalist –
21 gennaio 2018 –

La ragazza italiana che aveva messo all’asta la sua verginità ha smentito tutto in un’intervista al Corriere della Sera: “era tutto uno scherzo, non voglio più farlo”. Nicole Severini, questo lo pseudonimo scelto dalla ragazza, ha raccontato di aver inventato la storia come provocazione: “volevo vedere se qualcuno sarebbe effettivamente stato disposto a pagare per una cosa del genere”. Ovviamente, qualcuno c’è stato.

L’offerta,è arrivata dall’agenzia Elite Models Vip, che ha effettivamente organizzato l’asta, che si è tenuta e ha raggiunto la quota vertiginosa di un milione di euro. È a questo punto che Nicole si è spaventata e ha capito di aver dato inizio a una storia più grande di lei.

La storia della ragazza era stata costruita ad arte per risultare credibile: Nicole ha inventato di avere una sorella (in realtà è figlia unica), di voler studiare a Cambridge e di voler comprare una casa ai genitori, motivo per cui le servivano i soldi che avrebe guadagnato dall’asta. “Ho fatto una cosa stupida e me ne sono pentita. Non ho mai avuto veramente intenzione di vendere la mia verginità”.

Della storia di Nicole se ne era parlato a lungo, sia sul Sun che addirittura su Porta a Porta, dove erano state mostrate le immagini della ragazza. A quel punto, la scuola ha riconosciuto Nicole e il preside ha convocato i genitori. Nicole si è trovata costretta a dire tutta la verità ai suoi, che non si erano accorti di nulla.

Ora, Nicole racconta che l’agenzia le sta suggerendo insistentemente di dire che ha effettivamente venduto la propria verginità, per una questione di credibilità, e vuole sapere dove versare il bonifico. “Voglio solo che la smettano di dire che ho messo in vendita la mia verginità. L’ho ripetuto pure ai miei compagni di classe che mi hanno chiesto se era vero: no, non è vero, non ho mai pensato seriamente di farlo”

http://www.globalist.it/life/articolo/2018/01/21/mette-la-verginita-all-asta-ed-e-assalita-dalle-richieste-era-uno-scherzo-sono-pentita-2018141.html

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.