TwitterFacebookGoogle+

Mette le foto del viaggio di nozze su Facebook. Il marito: Non ho dato il consenso . Giudice ordina la rimozione

Lei pubblica sul suo profilo Facebook le foto del suo viaggio di nozze che la ritraggono accanto al marito. “Le ha pubblicate senza il mio consenso”, afferma lui in un ricorso al giudice che gli dà ragione e ordina la rimozione delle immagini, facendo riferimento nel suo provvedimento a una legge del 1941, e prospettando anche una eventuale condanna della donna al risarcimento dei danni.
 
La decisione è stata adottata a Napoli dal giudice monocratico del Tribunale civile Raffaele Sadino che ha accolto il ricorso di urgenza ex articolo 700 dell’uomo.
 
Soddisfazione è stata espressa del legale del marito, l’avvocato Ciro Renino e dai legali dello studio che si sono occupati della controversia giudiziaria: “Si tratta di una decisione inedita, destinata a costituire un punto di riferimento per gli utenti Facebook”.
 
Le foto pubblicate erano state scattate durante il viaggio di nozze avvenuto una decina di anni fa e “rimandavano a momenti di serenità: un abbraccio, un bacio appena accennato, scene insomma di ordinaria serenità coniugale”. La moglie, nella sua memoria difensiva, aveva sostenuto che “l’uso dei social network è oggi talmente evoluto da poter considerare la bacheca di Facebook non diversamente da un album fotografico privato”.
 
Argomenti:
giudice
facebook
Protagonisti:

Fonte

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.