TwitterFacebookGoogle+

Migranti, bimba annega in mareE l'Ungheria richiama i riservisti

(AGI) – Atene, 19 set. – Una bimba siriana di cinque anni e’ annegata e altri 13 migranti sono dispersi dopo il naufragio di un barcone di migranti che stava tentando di raggiungere le coste greche dalla Turchia. Lo ha riferito la Guardia costiera greca. Una motovedetta ha recuperato il corpo della piccola ed e’ riuscita a trarre in salvo altre 11 persone mentre una dodicesima e’ riuscita a nuotare fino a riva.
       L’incidente e’ avvenuto a nord dell’isola di Lesbos e fa seguito all’annegamento di un’altra bambina siriana il cui corpo venerdi’ mattina e’ stato recuperato su una spiaggia della Turchia.

RISERVISTI IN UNGHERIA – L’Ungheria ha annunciato la mobilitazione dei riservisti militari per far fronte a quella che il governo ha definito come “una situazione di migrazione di massa”. Lo ha riferito l’agenzia Mti. Il provvedimento e’ stato preso dopo che l’arrivo di profughi dalla Croazia ha accresciuto la pressione alla frontiera con la repubblica ex Jugoslava.

La Croazia ha “costretto” l’Ungheria ad accogliere migranti e continuera’ a farlo: lo ha affermato il premier, Zoran Milanovic. “Li abbiamo costretti mandando la gente li'”, ha detto Milanovic parlando con i giornalisti a Beli Manastir, localita’ alla frontiera nord-orientale da dove pullman stipati di migranti partono in direzione dell’Ungheria.

Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.