TwitterFacebookGoogle+

Migranti: circa 13mila arrivati in Germania; Gb, "ne accoglieremo 15mila"

(AGI) – Berlino, 6 set. – Circa 13mila rifugiati sono entrati in Germania nel fine settimana, dopo aver viaggiato attraverso l’Ungheria e poi l’austria: la cifra e’ stata fornita dal ministero dell’Interno tedesco. Sabato sono arrivati 8mila rifugiati mentre, oggi, alle 15 ora locale, erano quasi 5mila quelli arrivati a Monaco di Baviera. La meta’ dei rifugiati arrivati a Monaco saranno ripartiti tra gli altri Stati tedeschi mente il resto rimarra’ per il momento in Baviera. La stazione di Monaco, che ha subito la pressione maggiore, ha approntato in 48 ore due sale come centri di accoglienza e ha allestito un altro padiglione, non lontano dalla stazione. Altre citta’ tedesche che hanno ricevuto un enorme numero di migranti sono Dortmund, nella parte occidentale del Paese, Saalfeld, nell’est, Amburgo e Kiel, nel nord, oltre a Francoforte. La popolazione tedesca ha accolto con grande calore e solidarieta’ i rifugiati, tra gli applausi e portando cibo, vestiario, beni di prima necessita’, medicinali e anche giocattoli per i bambini. Il governo conservatore del Regno Unito guidato da David Cameron ha trovato un modo per aiutare i profughi siriani e, allo stesso tempo, non indispettire ulteriormente quella parte della popolazione tendenzialmente contraria a ospitare nuovi immigrati sul suolo britannico. Il cancelliere dello Scacchiere (ministro dell’Economia), George Osborne, ha rivelato che una gran parte dei fondi destinati alle amministrazioni comunali delle citta’ che si faranno carico dei profughi sara’ presa dalle riserve gia’ stanziate per gli aiuti umanitari internazionali. La mossa del cancelliere, inoltre, mettera’ a tacere tutti coloro che da mesi protestano per il taglio alla spesa pubblica e per l’abbattimento dei trasferimenti verso le amministrazioni locali. Lo Stato, insomma, aiuta i Comuni proprio nel momento di maggior bisogno, con i migranti in arrivo sul suolo di Sua Maesta’ gia’ nei prossimi giorni. Seguendo l’onda emotiva in seguito alla diffusione delle foto che ritraevano il piccolo Aylan morto sulla spiaggia di Bodrum, in Turchia, il premier Cameron aveva detto genericamente che il Regno Unito avrebbe accolto “migliaia” di profughi, senza tuttavia specificare esattamente quanti. Solo nella notte e’ invece stato confermato, dallo stesso esecutivo, che la Gran Bretagna prendera’ in carico 15mila persone, rifiutandosi tuttavia di partecipare al piano dell’Unione europea di suddivisione pro-quota dei profughi. Il budget per gli aiuti umanitari internazionali e’ al momento, nel Regno Unito, pari allo 0,7% del Prodotto interno lordo. .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.