TwitterFacebookGoogle+

Migranti: Danimarca, ripartono i treni. Centinaia verso la Svezia

(AGI) – Copenaghen, 10 set. – La polizia danese ha dato il via libera a centinaia di rifugiati desiderosi di andare in Svezia ma finora bloccati in Danimarca, in centri di accoglienza provvisori e in diverse stazioni ferroviarie. La Danimarca hanno sbloccato i collegamenti ferroviari treni con la Germania, come confermato dalla compagnia DSB. “Non possiamo trattenere cittadini stranieri che non hanno intenzione di chiedere asilo e non possiamo rimpatriare in tempi brevi”, ha spiegato il direttore della polizia nazionale, Jens Henrik Hojbjerg. ( Nelle ultime 24 ore sono arrivati 5.000 migranti al confine serbo-ungherese: lo riferisce la tv di stato serba RTS, aggiungendo che 3.000 rifugiati sono gia’ entrati in Ungheria. Sono invece circa 450.000 i migranti arrivati in Germania dall’inizio dell’anno, ben 37.000 dei quali solo nei primi 8 giorni di settembre. Lo ha comunicato il vice cancelliere tedesco Sigmar Gabriel in un’audizione in parlamento. Ad agosto i rifugiati registrati nel Paese sono stati 105.000. Secondo Gabriel, a settembre la cifra di migranti in germania potrebbe superare quota 100.000. Record di arrivi di migranti in Ungheria nelle ultime 24 ore: sono 3.321 le persone che hanno attraversato il confine, con la Serbia. Anche in Austria resta altissimo il numero degli arrivi: 2.800 nel corso della notte. Gran parte dei rifugiati entrati in Ungheria hanno attraversato il confine a Roszke, dove negli ultimi giorni ci sono stati scontri con la polizia. In Austria, solo tra la mezzanotte e le 3, sono entrate piu’ di 1.700 persone a Nickelsdorf, nell’est del Paese, secondo quanto riferito dalla polizia. Si sono aggiunte ad altri 1.100 migranti gia’ sul posto e tutti stanno ricevendo cibo e assistenza, in attesa di salire su autobus speciali e treni che li porteranno a Vienna e in altre citta’. La situazione e’ tranquilla. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.