TwitterFacebookGoogle+

Migranti: Gb ne accoglie 15. 000 e prepara raid aerei su Isis in Siria

(AGI) – Londra, 6 set. – La Gran Bretagna conferma che non partecipera’ al piano Ue di suddivisione pro-quota dei profughi ma ne accogliera’ fino a 15.000 profughi, prelevati direttamente dai campi ai confini con la Siria. Non solo. Per risolvere il problema alla radice vuole iniziare entro ottobre una campagna di raid aerei contro Isis in Siria oltre a lanciare un’azione di intelligence contro i trafficanti di esseri umani. Per questo ai primi del prossimo mese chiedera’ ai Comuni l’autorizzazione a bombardare le postazioni di Isis in Siria, oltre che in Iraq dove i Tornado della Raf stanno gia’ partecipando ai raid aerei della coalizione internazionale a guida Usa dallo scorso anno E’ quanto riferisce il Sunday Times aggiungendo che Cameron vuole anche lanciare un’offensiva e usare la National Crime Agency, l’Fbi britannica, e il Gchq, l’agenzia di spionaggio elettronico (omologa dell’Nsa americana) contro le organizzazioni di trafficanti di esseri umani. Un contingente della prima sara’ dispiegato nel Mediterraneo per neutralizzare i capi di queste bande, individuate dalla seconda, e smantellare le loro reti. Il cancelliere dello Scacchiere (il ministro delle Finanze) George Osborne annuncera’ oggi come il governo intenda spostare fondi risparmiati col lro spendig review sul fonte dell’assitenza ai migranti, su cui ha gia’ speso 1 miliardo di sterline costruendo campi profughi nella regione La notizia del nuovo impegno diretto di Londra segue quella diffusa nel pomeriggio dal quotidiano francese Le Monde secondo il quale anche il presidente Francois Hollande sta valutando di iniziare a colpire Isis in Siria. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.