TwitterFacebookGoogle+

Migranti: Gentiloni, nessun paese si opponga a proposte Ue

(AGI) – Lussemburgo, 5 set. – L’emergenza immigrazione richiede “risposte urgenti” ed e’ importante che “non ci siano veti da parte di nessuno” alle “nuove proposte che la Commimssione presentera’ la prossima settimana”: lo ha detto, lasciando la riunione informale del Consiglio Ue, il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni. “Le immagini che vediamo e la situazione degli ultimi giorni almeno hanno avuto l’effetto di creare una consapevolezza comune: quello che era un problema di Italia e Grecia ora e’ un problema europeo”. Pero’, ha aggiunto, “se c’e’ consapevolezza e manca l’azione, la situazione diventa ancora piu’ complicata”. Gentiloni ha inoltre confermato che entro la fine del mese, “sara’ possibile dare il via alla seconda fase dell’operazione navale nel Mediterraneo contro i trafficanti di esseri umani”. La missione Eunavfor Med, lanciata lo scorso luglio, si e’ finora limitata alla raccolta di informazioni sul traffico illecito di migranti dalla Libia con un’attivita’ di intelligence mirata; la seconda fase prevede invece azioni di individuazione e neutralizzazione dei barconi usati dai trafficanti. Senza l’avallo dell’Onu e in mancanza di un governo in Libia, tale azione potra’ avvenire solo in acque internazionali. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.