TwitterFacebookGoogle+

Migranti: Gentiloni, regole Ue per rimpatri e diritto asilo

(AGI) – Roma, 10 set. – Nella Ue servono “regole comuni per i rimpatri e per il diritto di asilo”. Lo ha affermato a Skytg24 il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni. Sui rimpatri Gentiloni aggiunge: “Non e’ giusto che i costi e gli oneri dei rimpatri ricadano solo sui 2-3 Paesi che vengono investiti per primi”. “I migranti – ha proseguito Gentiloni – non vanno accolti tutti e basta. E’ un fenomeno che va gestito”. Per gestire il fenomeno migratorio “bisogna andare oltre le proposte lanciate ieri da Juncker”, perche’ “serve una politica comune europea sull’asilo e sui rimpatri”. Il titolare della Farnesina ha detto di aver “apprezzato molto” l’intervento del presidente della Commissione Europea: “Lui e’ il simbolo di una generazione tecnocratica dell’europeismo”, ieri invece ha avuto un profilo “politico, e questo e’ cio’ di cui abbiamo bisogno”. Secondo Gentiloni, l’Italia “si attende quest’anno 200mila arrivi di migranti. Molti di loro li salviamo nel Mediterraneo grazie alla Marina e alla Guardia Costiera, di cui il nostro Paese va orgoglioso. Abbiamo fatto molta strada, ma ne dobbiamo fare ancora altra”. Gentiloni ha accolto con favore la decisione di questa mattina della Danimarca di riaprire parzialmente le frontiere con la Germania. “La Danimarca – afferma Gentiloni – e’ un Paese civile. Spero che queste chiusure non si ripetano”. Gentiloni lancia un monito a chi vuole erigere muri: “I muri e gli steccati vengono regolarmente travolti”.(AGI) .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.