TwitterFacebookGoogle+

Migranti, l'Ungheria si blinda. Poteri speciali alla polizia

(AGI) – Roma, 15 set. – E’ iniziato il giro di vite sui migranti in Ungheria: il Paese ha chiuso il confine con la Serbia dopo aver ricevuto 9.380 migranti nella sola giornata di lunedi’. La polizia magiara ha arrestato 60 rifugiati dopo la mezzanotte, quando e’ entrata in vigore la nuova legge che prevede l’arresto, il processo per direttissima e l’espulsione per chi entra illegalmente nel Paese. Budapest ha anche dichiarato lo stato d’emergenza in due contee al confine con la Serbia: la polizia avra’ ora poteri speciali e l’esercito controllera’ le frontiere. Ma centinaia di migranti premono sulla barriera tra i due Paesi e il governo serbo sta cercando di convincere quello ungherese a farli passare. Intanto almeno 26 persone, tra cui 4 bambini e 11 donne, sono morte nel naufragio di un barcone partito dalla Turchia e diretto all’isola greca di Kos. Dei 60 migranti arrestati dalla polizia ungherese, “45 sono stati sorpresi al confine e 15 in territorio ungherese mentre danneggiavano la barriera di filo spinato alta 4 metri lungo i 175 km di confine con la Serbia, aggravante punito con ulteriori due anni di carcere, secondo la nuova legge. Secondo Frontex, l’agenzia Ue per la gestione delle frontiere esterne, un numero record di 156.000 migranti sono entrati nell’Ue soltanto nel mese di agosto, portando il totale da inizio anno a oltre 500.000. Il mezzo milione di ingressi in otto mesi e’ gia’ quasi il doppio rispetto ai 280.000 migranti che erano arrivati nell’Ue in tutto il 2014. Molto simili le cifre fornite dall’Oim, secondo cui 464.876 migranti hanno attraversato il Mediterraneo per raggiungere l’Europa dall’inizio dell’anno, piu’ del doppio del totale del 2014. Secondio l’Unhcr, il numero dei rifugiati siriani in Turchia ad agosto e’ salito a quasi due milioni, con oltre 200.000 arrivi da giugno, a fronte di un lieve calo in Iraq e in Libano. Inoltre, l’Austria ha registrato lunedi’ l’ingresso record di 20.000 migranti e altri 5.500 sono gia’ entrati oggi. La polizia tedesca ha registrato 2.000 nuovi in Baviera da domenica, giorno in cui sono stati rinforzati i controlli ai confini. Oggi 180 rifugiati sono saltati giu’ da un treno speciale che li stava trasportando da Monaco di Baviera a Berlino, prima di arrivare a destinazione. Dopo i rinvii alla riunione dei ministri dell’Interno Ue, l’Alto commissario per i rifugiati Onu, Antonio Guterres, ha manifestato tutta la sua delusione: “La situazione appare ingestibile ma e’ gestibilissima, a patto che la si cominci a gestire”, ha detto ricordando come nel 1956 ci furono 200.000 i profughi ungheresi che trovarono rifugio in Austria. Per il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, “di certo non possiamo pensare che qualcuno possa prendere solo la parte che gli interessa dell’Europa”. (AGI)
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.