TwitterFacebookGoogle+

Migranti: navi Open Arms a Palma con cadaveri e superstite

Le due navi dell’ong spagnola Proactiva Open Arms sono entrate alle 9 nel porto di Palma di Maiorca per sbarcarvi Josefa, la donna camerunese soccorsa martedì scorso dopo il naufragio di un gommone di migranti, e i cadaveri di un’altra donna e del suo bambino, recuperati dallo stesso relitto. Una delle navi, la “Open Arms”, è entrata in porto scortata dalla Guardia costiera spagnola e ha attraccato alla banchina Ovest. L’altra, la “Astral”, è stata indirizzata ai moli commerciali. In porto, pronti a salire a bordo, un medico e un’infermiera del servizio sanitario spagnolo. 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.