TwitterFacebookGoogle+

Migranti: siriani accolti in Uruguay ma se ne vogliono andare

(AGI) – Montevideo, 8 set. – Mentre i loro ‘cugini’ continuano a scappare dalla Siria e affrontano viaggi epici tra mille difficolta’ pur di raggiungere l’Europa c’e’ chi, accolto lo scorso anno in Uruguay, ha protestato ieri sera davanti alla presidenza di Montevideo domandando che sia consentito loro di lasciare il Paese in cerca di un lavoro migliore e al limite di tornare in Medio Oriente. Protagonista di questa singolare, vista da Damasco, protesta cinque famiglie formate da 42 profughi siriani che, dimostrando scarsa riconoscenza, lamentano che il governo di sinistra non e’ riuscito a mantenere la promessa di buoni guadagni. In Uruguay uno Stato laico con una popolazione musulmana di sole 300 persone i profughi hanno ricevuto case, assistenza sanitaria e sostegno finanziario dal governo. I profughi siriani lamentano che hanno documenti di identita’ e viaggio riconosciuti internazionalmente ma che altri Stati possono negare loro l’ingresso, come e’ successo loro a Istanbul. Il governo ha fatto presente di aver rispettato le nome per l’accoglienza e che non possono costringere altri Stati ad accogliere i loro malgrado profughi siriani. Altri 80, peraltro, sono attesi entro la fine dell’anno. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.