TwitterFacebookGoogle+

Migranti: Unhcr, profondamente preoccupati da accordo Turchia-Ue

Strasburgo – “Sono profondamente preoccupato” per il possibile accordo tra Ankara e l’Unione europea per la riduzione del flusso dei migranti verso l’Europa, che prevede di rimandare in Turchia tutti i rifugiati, compresi i siriani che fanno domanda di asilo. A dirlo è l’alto commissario Onu per i rifugiati, Filippo Grandi. “Sono profondamente preoccupato – ha ribadito il capo di Unhcr – per tutte le disposizioni che implicheranno il rientro indiscriminato di persone da un paese all’altro”. La bozza dell’accordo “non fornisce garanzie di protezione ai rifugiati in virtù del diritto internazionale”, ha sottolineato Grandi, parlando a Strasburgo al Parlamento europeo. Ieri durante il summit di Bruxelles, i leader dell’Unione europea hanno trovato con Ankara un accordo di principio che prevede che la Turchia si prenda la responsabilità del rientro degli immigrati giunti illegalmente in Grecia. La Turchia ha anche suggerito una redistribuzione “uno a uno” verso i Paesi Ue dei rifugiati siriani già presenti sul territorio turco. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.