TwitterFacebookGoogle+

Milano: cosa sappiamo del'insegnante grave per la meningite

Paura in un liceo di Milano, dopo che un’insegnante di 55 anni è stata ricoverata all’ospedale San Paolo di Milano per una infezione di meningococco. Quando il 118 è intervenuto intorno alle 12.45 di mercoledì l’ha trovata in uno stato di forte agitazione e febbricitante: la diagnosi è di “shock settico in sepsi meningococcica”, per una infezione da batterio della meningite. La Asl potrebbe decidere la profilassi per i familiari con cui è stata a contatto, in zona Barona, Milano sud

Quattro casi a Roma, ma non sono contagiosi

Intanto a Roma quattro persone sono state ricoverate nelle ultime 48 ore all’Istituto Nazionale di Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma per meningite. Si tratta di due uomini e due donne “tutte sostenute da uno stesso batterio, lo Streptococcus pneumoniae (pneumococco)”. Due dei quattro pazienti, un uomo e una ragazza, sono di Albano Laziale e Anzio.

Leggi anche: un vaccino basta a proteggerci dalla meningite?

Il comune di Albano Laziale attraverso la Asl Rm6 precisa “che la forma di meningite in questione è pneumococcica e quindi non infettiva. Non si è resa necessaria nessuna profilassi antibiotica per i contatti stretti del caso trattandosi di una forma batterica sostenuta dal Pneumococco Pneumioniae, così come previsto dai protocolli e le specifiche linee guida nazionali”.

Leggi anche: tutto quello che c’è da sapere sulla meningite

La meningite pneumococcica, spiegano dallo Spallanzani, “è una malattia infettiva non contagiosa per cui non sono necessarie profilassi per impedire la trasmissione dell’infezione ad eventuali contatti. I principali fattori di rischio sono da riconoscere nelle infezioni batteriche del tratto respiratorio superiore come otiti e sinusiti”. 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.