TwitterFacebookGoogle+

Minaccia ex e cerca di farla licenziare, arrestato per stalking

(AGI) – Roma, 28 dic. – Ennesimo episodio di stalking: cinque mesi fa, la vittima, una donna romana di 28 anni, a seguito delle percosse ricevute dal suo compagno, e’ dovuta ricorrere alle cure dei sanitari. Dimessa dall’ospedale con una prognosi di circa un mese, la ragazza lo ha denunciato alla Polizia. Pentito del gesto, l’uomo le ha chiesto scusa ed e’ stato “perdonato” dalla donna e i due sono tornati insieme ma ben presto le violenze, gli atteggiamenti ossessivi e le continue scenate di gelosia di lui, hanno spinto la 23enne ad interrompere definitivamente il rapporto sentimentale. Gia’ il 23 dicembre, giorno successivo alla fine della storia, l’uomo ha iniziato a perseguitarla; prima mandandole dei messaggi sul sito di un famoso social network con cui la minacciava di metterla in cattiva luce con il suo datore di lavoro, e poi passando per le vie di fatto aspettandola in strada e aggredendola. In questa occasione inoltre, per impedirle di chiedere aiuto le ha anche tolto il telefonino cellulare. Non soddisfatto, la sera stessa si e’ presentato a casa dei parenti di lei danneggiando la porta di ingresso dell’abitazione, motivo per il quale, a seguito dell’intervento degli agenti della Polizia di Stato, e’ stato anche denunciato e diffidato dall’avvicinarsi alla ragazza. Ma anche questo ultimo provvedimento non ha dato i frutti sperati. Ieri pomeriggio infatti, intorno alle 17,30, l’uomo si e’ presentato direttamente sul posto di lavoro della sua ex, un negozio per signore in zona Vescovio, minacciandola nuovamente di metterla in cattiva luce con la titolare, per farla licenziare, se non fosse tornata con lui. Questa volta pero’, il tempestivo intervento degli agenti del Commissariato di zona, giunti sul posto a seguito della segnalazione fatta al 113 da alcuni passanti che hanno assistito alla scena, ha consentito ai poliziotti di bloccare l’uomo che, identificato per A.W., romano di 43 anni, e’ stato accompagnato in ufficio e poi arrestato. Messo a disposizione dell’Autorita’ Giudiziaria dovra’ rispondere del reato di atti persecutori. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.