TwitterFacebookGoogle+

Monito di Juncker a Londra, "chi è fuori è fuori"

Bruxelles – Estremo monito di Jean-Claude Juncker al Regno Unito alla vigilia del referendum sulla Brexit: “I politici e gli elettori britannici debbono sapere che non ci sara’ alcun tipo di rinegoziazione”, ha sottolineato il presidente della Commissione Ue. “Abbiamo concluso un accordo (in occasione del Consiglio Europeo del 18 e 19 febbraio a Bruxelles; ndr)cCon il primo ministro David Cameron, il quale ha ottenuto il massimo che poteva ricevere, cosi’ come noi abbiamo concesso il massimo che potevamo dare.

Quindi”, ha ribadito l’ex premier lussemburghese, a margine di un incontro con il neo-cancelliere austriaco Christian Kern, “un nuovo negoziato non ci sara’ assolutamente, ne’ sull’intesa gia’ raggiunta ne’ per quanto riguarda trattative di qualsivoglia natura sui trattati (comunitari; ndr). Out is out”, ha tagliato corto Juncker. “Quando si e’ fuori, si e’ fuori”. Cameron aveva ipotizzato ulteriori riforme dell’attuale impianto normativo dell’Unione in caso di permanenza della Gran Bretagna. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.