TwitterFacebookGoogle+

Morfina al neonato. Infermiera si giustifica: “Era rognoso”

Morfina a un neonato perché era “rognoso”. E’ successo a Verona, dove una infermiera della l’Asl è stata arrestata per aver somministrato l’oppiaceo al bimbo che è andato in arresto respiratorio. Solo il tempestivo intervento dei medici ha impedito la tragedia. Il neonato era ricoverato in terapia intensiva neonatale all’Ospedale Civile di Verona. Gli esami successivamente effettuati hanno confermato la presenza di oppioidi nel sangue. L’infermiera avrebbe solo detto che il neonato era “rognoso” e che per questo andava in qualche modo sedato. 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.